Lettori fissi

lunedì 30 settembre 2013

Avanzamento ricamo e un altro premio!

Conclusa la 3a parte della 2a parte del ricamo.

Eccola qui:



























E poi, devo ringraziare Vanessa del blog Gomitoloni, che ha voluto conferirmi una altro premio Liebster Avard :-)



















Siccome non è chiaro bene come funziona il giro di questo premio, rispondo alle domande di rito, per far conoscere qualcosa in più di me, ma poi, a differenza delle altre volte, passo il premio a tutte/i i blogger :-)

1. Il tuo sport preferito?
Al momento andare in bicicletta e camminare tanto

2. Il libro che hai letto ultimamente?
Purtroppo, per mancanza di tempo, ultimamente non ho letto.... mea culpa (anche se non sono una gran lettrice).
Ma ce ne è uno che mi piace tantissimo (e se avessi tempo leggerei almeno 1.000.000 di volte!) "Emma ed io" di Sheila Hocken.

3. Paese che vorresti visitare e perchè?
Ultimamente ho scoperto che mi piace parecchio andare in giro, meglio magari in compagnia. Andrei ovunque perché sono curiosa di vedere e conoscere luoghi e abitudini differenti dalle mie. Se solo si potesse avere la certezza della sicurezza della propria vita in tutti i paesi del mondo.....

4. Qual'è il tuo animale preferito?
Ho sempre avuto cani, ma mi piacciono anche i gatti. Entrambi però a pelo corto!

5. Come passi la tua giornata?
Lavoro in ufficio tutto il giorno.
Se mi avanza un po' di tempo oltre le cose "standard" da fare, mi piace dedicarmi a tutti i miei hobby.

6. Il tuo trucco preferito?
Non mi trucco tranne che un po' di rossetto ogni tanto. Confesso che non ne sono capace.

7. Ti piace la musica rap?
No.

8. Gonna o pantaloni?
Entrambi. Dipende dall'occasione e da cosa mi va di indossare.

9. Fumi?
No.

10. Lingue che sai parlare?
Oltre all'italiano (e intendo l'italiano vero, quello che rispetta le regole grammaticali e tutto il resto), un po' di inglese scolastico (ma riesco a farmi capire) e penso il linguaggio del cibo, conseguenza del saper cucinare con passione e amore.

11. Sei contenta del premio?
Si. Mi fa sempre piacere quando qualcuno pensa a me, vuol dire che qualcosina di interessante ogni tanto sul mio blog la scrivo :-D


Alla prossima,
Sara

mercoledì 25 settembre 2013

Involtini con crema di zucca e carote al rosmarino

Questi involtini/fagottini/portafogli di carne ripieni di crema di zucca e carota sono nati per caso.
Avevo della tagliata di lonza di maiale e mi era avanzata un po' di crema di zucca e carote (quella del post Le ricette PerdiPeso - Crema di zucca e carote al curry) che nel frattempo era diventata anche un po' meno liquida. La carne la dovevo cucinare, ma di solito la lonza si instoppisce un po', quindi volevo farla abbinata a qualcosa di morbido, ma non il solito formaggio. E lì mi si è accesa la lampadina: la crema come ripieno con l'aggiunta fi rosmarino fresco e il gioco è fatto!
E' stato un successo e la carne è rimasta discretamente morbida :-)


Ingredienti

Preparazione

La ricetta premette di avere già a disposizione la crema per il ripieno, altrimenti si può prepararla come indicato nel link post.















Disporre le fette di lonza distese su un tagliere.















Spargere il rosmarino casualmente sulle fette di carne.















Al centro di ogni fetta mettere una cucchiaiata di crema di zucca e carote.















Richiudere a portafoglio le fette.















Fermare ogni fetta ripiegata con degli stuzzicadenti, per impedire il più possibile al ripieno di fuoriuscire durante la cottura.















Versare poco olio extravergine di oliva in una padella e cuocere gli involtini.















Salarli leggermente da ogni lato durante la cottura.
Girarli spesso per non far bruciare ed indurire troppo la carne.















Una volta cotti, farli scolare bene dallunto su carta assorbente.















La leggere fuoriuscita del ripieno credo abbia contribuito al sapore finale degli involtini e abbia mantenuto un pelo più morbida la carne.















Non ho una bella presentazione in un piatto di portata perché me li sono portati da magiare per pranzo in ufficio. Quindi solo foto nel contenitore. Fantastici anche riscaldati :-)















A volte, abbinamenti che paiono improbabili, danno invece dei piacevoli risultati!
Ma il vero tocco di classe che ha fatto amalgamare la carne e il ripieno è stato il rosmarino fresco.

Buon pomeriggio a tutti,
Sara

martedì 24 settembre 2013

Zuppa indiana di lenticchie rosse

Dopo tanto tempo, riscopiazzo una ricetta pubblicata sul blog di Stefania, Araba felice... in cucina!.
Un'altra zuppa di lenticchie rosse, che a differenza delle lenticchie normali mi piacciono tantissimo.
Anche questa mi è piaciuta, anche se forse ha un sapore un po' meno delicato dell'altra, che era la versione araba.
Ricetta presa dal post Dhal (piatto indiano di lenticchie rosse), anche se poi rimanda al vero link della ricetta su un altro blog, quello delle ricette Starbooks (Starbooks blog).
Cosa sono?
Allora, un gruppo di bravissime foodblogger sceglie di provare le ricette di determinati libri e autori, spesso stranieri, per verificare che quanto scritto nel libro sia veramente fattibile, aggiungendo nei loro post le eventuali correzioni da apportare alle ricette originali, o se sono proprio improponibili.
E' una bella idea, vero?
A me spesso è capitato di replicare ricette senza riuscirvi, pur attenendomi scrupolosamente alle istruzioni, ma sono stata rincuorata da queste persone che mi hanno assicurato che spesso e volentieri pubblicano ricette mai provate!

Ma veniamo ora alla ricetta.
Replicata alla lettera con le dosi dimezzate, salvo un ingrediente che non avevo, o se l'avevo non l'ho trovato :-p
Qui vi riporto comunque le dosi originali.
Ah, solo una cosa: la ricetta dice che sono dosi per 4 persone, dimezzandole io avrei dovuto ottenere 2 piatti di zuppa, in realtà me ne è venuto 1 piatto e 1/2, ma penso dipenda anche dal fatto della quantità che uno intende per dose.
Io comunque ho mangiato solo la zuppa e nient'altro.



Ingredienti
  • 250 g di lenticchie rosse
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • sale, circa 1/2 cucchiaino abbondante
  • 2 cucchiai di olio di semi di girasole
  • 1 cucchiaino di semi di cumino nero (semi di nigella)
  • 1 cipolla non troppo grossa

Preparazione

Mettere le lenticchie in una pentola capiente insieme a 800 ml di acqua fredda.















Portare a bollore e, appena raggiunto, abbassare il fuoco, eliminare eventuale schiuma dalla superficie e unire la curcuma e il sale.
L'ingrediente che non avevo era la curcuma e ho usato il sale rosa dell'Himalaya.















Tolta la schiuma (io ho usato una schiumarola), far cuocere le lenticchie senza coperchio per circa 10-15 minuti, mescolando ogni tanto per farle cuocere tutte uniformemente, oppure l'acqua verrà assorbita principalmente dalle lenticchie che sono sotto e quelle sopra resteranno più crude.
Le lenticchie si disferanno e sembreranno crema.
Nonostante questo, le mie al centro sono rimaste croccanti.
Se nei 10-15 minuti l'acqua delle lenticchie si dovesse asciugare troppo, aggiungere un altro po' di acqua bollente.















Postare in una padella i semi di cumino per circa 2 minuti.















Affettare sottilmente la cipolla (io ho usato una piccola cipolla bianca) e farla appassire ed imbrunire in poco olio in una padella.















Mentre cuoce, aggiungere i semi di cumino tostati e continuare a cuocere mescolandoli alla cipolla.
Ci vorranno circa 10-15 minuti.



























 
Versare il composto di semi di cumino e cipolla sulle lenticchie cotte, coprire con un coperchio e far riposare senza mescolare per 5 minuti.















Passato il tempo, mescolare il tutto ed assaggiare. Eventualmente regolare di sale.
Io non ho aggiunto altro sale.
Volendo si può cospargere con prezzemolo, menta o coriandolo ma non è fondamentale.
Io ho cosparso la zuppa col coriandolo.















Far raffreddare e servire tiepido o a temperatura ambiente.
Più riposa e più migliora il sapore :-)


















Buona zuppa a tutti!
Sara

lunedì 23 settembre 2013

Seconda parte del ricamo, seconda parte finita

Quando scrivo nesima parte finita, vuol solo dire che, procedendo in orizzontale, da sinistra verso destra, sposto il tealio q-snap e lo sposto nei tempi previsti.
Se continuo a questa andatura di crociera, per la data che mi serve regalarlo dovrei farcela :-)

Ecco qui la seconda parte della seconda parte :-p



Al prossimo avanzamento,
Sara

venerdì 20 settembre 2013

Le ricette PerdiPeso - Vellutata di funghi

Vellutate a iosa, sempre dal numero di settembre della rivista "Le ricette PerdiPeso (di Dimagrire)".
Devo dire che stavolta ho dovuto fare quasi violenza sulla mia psiche, in quanto i funghi proprio non mi piacciono, anche se ultimamente cucinati da me in modo 'diverso' da quello rifilatomi in passato me li sta facendo digerire almeno un pochino....
Ma non sembra neanche di mangiare una crema di funghi, il sapore me lo ricorda appena.
Ma per star sicura, nel caso non mi fosse proprio piaciuta, ho dimezzato le dosi :-p
Ne è venuto giusto giusto un piatto.


Ingredienti
  • 10 g di funghi secchi in polvere
  • 300 g di funghi champignon
  • 2 bicchieri di brodo caldo, di più se serve
  • 1 cucchiaio di amido di mais
  • sale
  • olio extravergine di oliva
  • peperoncino in polvere
  • prezzemolo fresco, per guarnire

Preparazione

Lavare e tagliare a fette i funghi champignon freschi.
Io di solito uso solo le cappelle dei funghi, i gambi mi sembrano più duri....















Versare i funghi freschi e secchi in una padella con poco olio extravergine di oliva (tanto poi i funghi mentre cuociono rilasciano un sacco di liquido).















Cominciare a farli cuocere regolando di sale e peperoncino in polvere.















Durante la cottura, aggiungere il brodo e l'amido di mais.
Mescolare bene con un cucchiaio di legno.















Far sobbollire per una decina di minuti, volendo, col coperchio.















Passato il tempo, versare il tutto nel mixer e frullare per bene.















Versare nei piatti e prima di servire far leggermente intiepidire.















Guarnire con prezzemolo fresco.















Buon week end a tutti,
Sara

giovedì 19 settembre 2013

Pasta e fagioli sprint

Sempre ormai in modalità già autunnale, con voglia solo di cose calde e buone, ispirata dalla solita rivista "Le ricette PerdiPeso (di Dimagrire)" numero di settembre, ho preso la ricetta che davano della pasta e fagioli e l'ho un po' modificata. Ma sempre sprint resta.
No, perché dove si è mai visto di una pasta e fagioli con i capelli d'angelo spezzettati? La pasta e fagioli si fa con i ditali, o pasta simile. Punto.
Le mie modifiche  consistono nel cambio del soffritto iniziale e della pasta usata. Oltre che, come al solito, aver dimezzato le dosi.


Ingredienti
per il soffritto
  • 1 spicchio di aglio
  • olio extravergine di oliva
  • 2 gambi di sedano
  • 1 peperoncino spezzettato
io ho usato
  • 1 piccola cipolla rossa di Tropea
  • olio extravergine di oliva
  • peperoncino in polvere
per la preparazione
  • 200 g di passata di pomodoro
  • 300 g di fagioli borlotti lessati
  • 2 bicchieri di brodo caldo
pasta richiesta
  • 50 g di capelli d'angelo spezzettati
io ho usato
  • 60 g di ditali

Preparazione

Per prima cosa preparare il soffritto.

Quello della ricetta è di far colorire lo spicchio di aglio in poco olio extravergine di oliva, eliminarlo una volta colorato e aggiungere i gambi di sedano affettati finemente e il peperoncino a pezzetti.

Io ho affettato la cipolla rossa di Tropea finemente.















Poi l'ho messa ad appassire in  poco olio extravergine di oliva assieme ad un pizzico di peperoncino in polvere.















Preparato il soffritto, in un modo o nell'altro, versarvi sopra la passata di pomodoro e mescolare.















Poi versare sopra a pioggia i fagioli borlotti lessati e mescolare nuovamente.
La mia ricetta è sprint perché ho usato quelli delle lattine già cotti :-p















Lasciare cuocere una decina di minuti; nel frattempo allungare il tutto con il brodo caldo.















Passati i dieci minuti, aggiungere la pasta.















Per i capelli d'angelo la ricetta dice di cucinare il tutto un altro paio di minuti. Effettivamente, cuociono (anzi, scuociono!) parecchio in fretta.

Io ho dovuto cucinare la pasta più a lungo e di conseguenza aggiungere ulteriore brodo, che i ditali assorbivano man mano durante la cottura. E per non avere un risultato eccessivamente denso.















Lasciare raffreddare ed impiattare.















A piacere, aggiungere formaggio grattugiato.















Anche questa è una ricetta SENZA sale.
Il dolce della passata di pomodoro è ben bilanciato dal leggero sentore piccante del peperoncino usato nel soffritto.
E poi è venuta di un cremoso favoloso.
Oseri dire che è quasi la pasta e fagioli perfetta!

Guardate qua!













Buon appetito a tutti,
Sara

mercoledì 18 settembre 2013

Le ricette PerdiPeso - Crema di zucca e carote al curry

Non so voi, ma in queste sere comincia a fare un po' più freddino, le temperature si sono abbassate, e a me viene una gra voglia di roba calda.
E cosa meglio di una crema/passato/vellutata con ortaggi di stagione?
Tra l'altro, sono velocissime da praparare!
Ovviamente, ricetta dal numero di settembre della rivista "Le ricette PerdiPeso (di Dimagrire)" :-p


Ingredienti
  • 2 carote
  • 200 g di polpa di zucca
  • 1 bicchiere di brodo vegetale
  • curry in polvere
  • olio extravergine di oliva
  • prezzemolo fresco, per guarnire

Preparazione

Per facilitarne e velocizzarne la cottura, dopo aver ben lavato carote e zucca, tegliarle a piccoli pezzetti, poi metterle in padella con poco olio extravergine di oliva.
Io ho tagliato la zucca a pezzetti, per le carote ho usato circa il corrispettivo delle 2 richieste in carote julienne.















Far cuocere carote e zucca finché non si disfano, aggiungendo il brodo durante la cottura.
Se la quantità indicata non dovesse bastare, aggiungerne pure altro.















Versate la purea nel mixer ed aggiungere il curry in polvere.















Frullare bene il tutto e versare in una scodella capiente.















Versare a crudo un filo di olio extravergine di oliva e guarnire con qualche foglia di prezzemolo fresco.















Servire calda, accompagnata da qualche corstino, cracker non salato o galletta di mais.















Visto che veloce da preparare?
Un gusto che non conoscevo grazie all'aggiunta del curry, ma che non copre affatto il delicato sapore della zucca, e non si sente affatto la mancanza di sale neanche in questa ricetta!

Buon pomeriggio,
Sara