Lettori fissi

mercoledì 20 novembre 2013

Una vetrina per creativi, per farsi conoscere nel web

Tanto per cambiare, visto che non mi conoscono in tanti, partecipo anche a questa "Vetrina per creativi" messa a disposizione dal blog Creazioni in bottega, post Un regalo per Natale (vetrina per creativi).















E ho scelto questa mia creazione natalizia:


















Basta seguire passo passo le istruzioni, si può fare anche su Facebook!

Ciao,
Sara

lunedì 18 novembre 2013

Un pensiero per giocare con un'amica virtuale - 2

Ciao a tutti,
così come l'anno scorso non mi sono persa il 3° compliblog del blog di Stefania, Arabafelice.... in cucina!,  quest'anno non potevo perdermi il giveaway per il 4° compliblog del blog della cara Stefania.
Il giochino è lo stesso dell'anno scorso, richiede solo un pensiero su di lei e il suo blog, niente ricette.

Spero tu non ti offenda Stefania, ma il mio pensiero su di te resta immutato, quindi, se me lo concedi, uso lo stesso dell'anno scorso, leggerissimamente modificato :-p

Stefania è simpatica, e il suo blog è il più spassoso che ho trovato finora sul web.
Sincera, ironica, furbissima (come molte delle ricette che ha pubblicato), quando scrive riesce a usare un sottile spirito che mi piace tantissimo. Per esempio, quando racconta le sue avventure-disavventure in quella lontana terra che è l'Arabia Saudita (dove ci si è trasferita per lavoro), ha un modo così garbato e schietto di scrivere, senza sfottere né altro, che riesce sempre a strapparti un sorriso.
Confesso che aspetto sempre con ansia il successivo post che deve pubblicare, per rallegrarmi la giornata con quello che racconta. Rende perfettamente l'idea di quello che succede e ti sembra di essere lì con lei.
E poi è attenta, e sempre disponibile a spiegare anche cose ovvie. Se uscirà indenne da tutte le mie future domande e dai mie futuri chiarimenti credo che la faranno 'santa della cucina'! :-D
Ha persino fatto caso al fatto che io preferisco preparare le sue ricette salate, piuttosto che quelle dolci, che di solito vanno per la maggiore.
Mi piacerebbe incontrarla, Stefania,  prima o poi. Per ora è solo un'amicizia virtuale, ma di quelle che valgono.
Il suo post che preferisco è quello dei buonissimi Tutù (post Tutù), e mi piace tantissimo anche come riesce a convincere qualcuno a farsi dare la ricetta anche quando sembra impossibile ottenerla.
Infine merita tutta la mia stima per aver scelto di vivere in un paese dove le donne sono considerate meno di niente e alla stregua di oggetti (anche se ogni tanto scrive che qualche barlume di luce in fondo all'infinito tunnel creato dagli abitanti dell'Arabia Saudita stranamente ed insolitamente si vede!).

Con questo pensiero partecipo al giveaway per il 4° compleanno del suo blog, post ...e quattro! Il nuovo giveaway di Arabafeliceincucina.










E incrociamo le dita per vincere! :-D

Sara

mercoledì 13 novembre 2013

Decoupage – piatto di vetro con tovagliolo e carta di riso

Visto che da noi a Milano è quasi avvento (domenica prossima) e che non posso mostrarvi ciò che sto realizzando per lo scambio Swap Natalizio organizzato dal blog Il filo pazzerello per la mia abbinata che è Simona del blog Con le mani in pasta di "MAIS", vi propongo un semplice tutorial per realizzare un piccolo svuotatasche da un piatto di vetro con la tecnica del decoupage con tovagliolo e carta di riso, ovviamente a tema natalizio (e sempre ovviamente si può fare con quasiasi disegno di tovagliolo, sia normale che in carta di riso).





Materiale necessario
  • Piatto di vetro
  • Tovagliolo di carta col motivo scelto
  • Carta di riso intonata al tovagliolo o bianca
  • Colla per tovagliolo (o colla velo)
  • Trasparente (vernice di rifinitura)
  • Carta vetrata sottile
  • 2 Pennelli
  • Forbici
  • Phon
  • Ciotola per la colla
  • Bicchiere con acqua
  • Carta assorbente
  • Rialzo/sostegno per il piatto (ciotola, bicchiere… - deve essere più profondo del piatto)


Esecuzione del lavoro 

Per prima cosa sciacquare il piatto con acqua tiepida per togliere impurità quali la polvere; poi asciugarlo bene con carta assorbente, o con un panno che non lasci pelucchi.

Appoggiare il piatto sul sostegno (in modo che non tocchi il tavolo) dalla parte dove si mangia, quella concava (il sotto del piatto deve essere rivolto verso di sé).

Sciacquare il pennello da usare per la colla per tovagliolo (o colla velo) ed asciugarlo tamponandolo con carta assorbente.

Stendere poca colla per tovagliolo sul piatto e tirarla bene su tutta la superficie, mettendone anche sui bordi del piatto.

Se si vuole utilizzare solo una parte o alcune parti del disegno del tovagliolo, sagomare con le forbici con cura le parti del disegno che si vogliono utilizzare (altrimenti usarlo tutto intero); poi togliere i veli superflui al tovagliolo.

Incollare il tovagliolo (o le parti ritagliate) sul piatto facendolo aderire bene alla colla stesa e cercando di non strappparlo. Fare molta attenzione, essendo rimasto un solo velo del tovagliolo, quello con il disegno, questo risulta essere molto fragile.

Se si è utilizzato il tovagliolo intero, tagliare il tovagliolo di 1/2 cm più largo del bordo del piatto.

Asciugare tutta la superficie del piatto col phon, ma non andare troppo vicini col getto o si seccherà troppo/brucierà.

Stendere una seconda mano di colla per tovagliolo sopra il tovagliolo per fissarlo meglio al piatto e asciugare nuovamente tutta la superficie del piatto col phon.

Prendere la carta di riso e romperla con le mani in pezzi più o meno regolari.

Stendere un po’ di colla sul piatto, appoggiare un pezzo di carta di riso e coprirlo bene di colla.
Continuare in questo modo fino a coprire il piatto di carta di riso, sovrapponendo leggermente i pezzi tra loro (coprire anche il 1/2 cm di tovagliolo oltre il bordo del piatto qualora si fosse usato il tovagliolo intero; far comunque sporgere la carta di riso dalla superficie del piatto).

Sciacquare subito il pennello ed asciugarlo per evitare che la coolla lo indurisca tutto e lo renda inutilizzabile in futuro.

Asciugare tutta la superficie del piatto col phon.

Con la carta vetrata, grattare tutto il bordo del piatto per staccare l'eccedenza di tovagliolo e carta di riso; la carta deve venire via da sola (carteggiatura).

Con un altro pennello, stendere una prima mano di trasparente su tutta la superficie del piatto; poi sciacquare il pennello ed asciugarlo e asciugare la vernice col phon.

Ripetere questa operazione  per altre 2 volte, con la seconda e terza mano di vernice trasparente.

Quando il piatto è bello asciutto, lavarlo dalla parte non lavorata (quindi dalla parte dove si mangia, quella concava) per eliminare gli eventuali residui di colla/vernice aiutandosi con una spugna abrasiva (tipo quella per i piatti).

Infine asciugarlo bene con carta assorbente, o con un panno che non lasci pelucchi.

Et voilà! Ecco il vostro bel piatto finito e pronto anche da regalare, volendo :-)
Non è difficile l'esecuzione, vero? Ci vuole solo un po' di pazienza, calma e attenzione.

Ciaooooooooooooooo
Sara

Con questo piatto partecipo al Link party di Natale 2015 del blog Dolcezze Creative.











Con questo piatto partecipo al Handmade Christmas: Link party del blog MyCandyCountry.












Con questo piatto partecipo al Natale da vivere edizione 2015 - Decorazioni Casa & Albero del blog Decoriciclo.
















Con questo piatto partecipo al Atmosfere di Natale: Link party del blog MyCandyCountry.















lunedì 11 novembre 2013

Le ricette PerdiPeso - Involtini di alici

Continuiamo con entusiasmo le ricette del numero di novembre della rivista "Le ricette PerdiPeso (di Dimagrire)" :-D


Ingredienti
  • 400 g di alici pulite e deliscate
  • prezzemolo fresco tritato
  • 1 cucchiaio di capperini
  • la buccia grattugiata di 1 limone
  • 2 cucchiai di farina o amido di mais
  • 1 cucchiaio olio extravergine di oliva
  • sale rosa dell'Himalaya
  • peperoncino in polvere

Preparazione

Grattugiare la buccia di un limone non trattato con l'apposito attrezzo.















Tritare il prezzemolo fresco.















Preparare il ripieno per le alici mettendo in una ciotola la farina, il prezzemolo, i capperi, il sale, il peperoncino, l'olio e la buccia del limone.















Mescolare energicamente il tutto con un cucchiaio e far amalgamare bene tutti gli ingredienti tra loro.















Ungere una pirofila da forno con poco olio extravergine di oliva.
Poi, prendere un filetto pulito di alici e mettergli sopra una punta di cucchiaino di ripieno.
Infine arrotolare il filetto intorno al ripieno a mo' di involtino e posizionarlo nella pirofila.















Continuare nello stesso modo per tutti i filetti di alici o fino al termine del ripieno.















Cuocere in forno a 180°C per 10 minuti abbondanti.















Far raffreddare e mangiare!
Deliziosi bocconcini da usare anche come antipasto o finger food :-)
Occhio solo a non mettere troppa buccia di limone nel ripieno, o il tutto risulterà amarognolo.















Buon lunedì a tutti,
Sara

venerdì 8 novembre 2013

Le ricette PerdiPeso - Paccheri con le carote

Continuiamo a sperimentare il numero di novembre della rivista "Le ricette PerdiPeso (di Dimagrire)".
Finora i risultati mi sono piaciuti assai! :-D
Unica cosa, ho cambiato la pasta della ricetta perché come sempre i paccheri non ce li avevo, al loro posto ho usato le penne integrali. Ma credo che faccia molta differtenza la pasta usata, vero?
E la robiola al posto del philadelphia, ma nella ricetta era citato solo come esempio di formaggio cremoso.


Ingredienti
  • 120 g di pasta integrale
  • 200 g di carote
  • 1 robiolina da 100 g
  • capperi
  • 1 cucchiaio raso di prezzemolo fresco tritato
  • sale rosa dell'Himalaya
  • peperoncino in polvere
  • olio extravergine di oliva

Preparazione

Grattugiare le carote dopo averle ben pelate.















Tritare il prezzemolo.















Cominciare a far insaporire le carote in una padella con poco olio extravergine di oliva a fiamma medio-bassa per qualche minuto.















Poi coprirle di acqua.















Aggiungere capperi e prezzemolo e aggiustare di sale e peperoncino.















Far cuocere sobbollendo a fiamma bassa il tutto per 15 minuti circa.
Nel frattempo mettere a cucinare la pasta.















Quando l'acqua è quasi tutta asciugata aggiungere il formaggio tipo philadelphia (io ho usato la robiola).















Mescolare bene con un cucchiaio di legno per far sciogliere bene il formaggio e farlo amalgamare alle carote&co.















Scolare la pasta al dente e versarla sul condimento.















Mescolare bene il tutto.















E infine impiattare.
La ricetta dice di aggiungere altro peperoncino, io non ne ho aggiunto altro, il sapore mi andava bene così, ma va ovviamente a gusti. E forse mi era anche scappata un po' la mano prima e ne avevo messo un po' tanto.... :-p















Prima ricetta di pasta con le carote: devo dire che mi è proprio piaciuta!

Buon week end a tutti,
Sara

giovedì 7 novembre 2013

Le ricette PerdiPeso - Spaghetti alla mediterranea

Prima ricetta del numero di novembre della rivista "Le ricette PerdiPeso (di Dimagrire)".
Mi pento solo di averne fatta troppo poca..... ¬_¬ :-p :-p


Ingredienti
  • 120 g di spaghetti integrali
  • 300 g di pomodori
  • 10 olive nere denocciolate
  • 1 cipolla piccola
  • prezzemolo fresco
  • sale rosa dell'Himalaya
  • peperoncino in polvere
  • olio extravergine di oliva

Preparazione

Mettere a bollire gli spaghetti in acqua bollente salata.

Mentre cucinano, affettare la cipolla finemente.















Tagliare a dadini i pomodori.















Tritare un po' di prezzemolo fresco e dividerlo in 2 parti.















Far appassire la cipolla in poco olio extravergine di oliva assieme al peperoncino.















Poi aggiungere i pomodori a pioggia e farli insaporire ed amalgamare per 5 minuti.




























In seguito aggiungere le olive (io le avevo verdi e le ho tagliate a metà) e metà del prezzemolo e cuocere il tutto per altri 5 minuti.















Togliere dal fuoco se la pasta non è ancora al dente.















Scolare gli spaghetti e versarli nella padella.















Farli saltare con il condimento per un paio di minuti.















Impiattare.















Dare una spolverata col prezzemolo tritato restante.















Ed infine col formaggio grattugiato.















Assolutamente divina ^_^
E come ho già detto mi sono pentita di averne fatta troppo poca.
Quindi, assolutamente da rifare!

Buon pomeriggio a tutti,
Sara

mercoledì 6 novembre 2013

Le ricette PerdiPeso - Riso basmati speziato

Ultima ricetta presa dal numero di ottobre della rivista "Le ricette PerdiPeso (di Dimagrire)", sono già passata a quello di novembre :-p


Ingredienti
  • 120 g di riso basmati
  • 1 piccola cipolla
  • olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaino di cumino in polvere
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaino di noce moscata in polvere
  • 1 cucchiaino di peperoncino in polvere

Preparazione

Mettere a bagno in acqua fredda il riso basmati per 15 minuti.















Affettare finemente la cipolla.















Recuperare tutte le spezie.
Quello col tappo blu è il peperonncino e quello col tappo bianco è il cumino (ah ah, ho fatto anche rima :-p).















Far appassire la cipolla in poco olio extravergine di oliva.















Aggiungere subito le spezie.















Far quindi amalgamare ed appassire il tutto insieme mescolando bene cipolla e spezie per 3 minuti.















Scolare bene il riso dall'ammollo e farlo tostare 2 minuti insieme a cipolla e spezie.




























Aggiungere tanta acqua pari al doppio del volume del riso crudo (basta metterlo all'inizio in un boccale graduato e raddoppiare per l'acqua, o come ho fatto io, ho messo acqua per il doppio del peso del riso, quindi 480 ml, che ho arrotondato a 1/2 litro).















Farlo cuocere dolcememente, facendo sobbollire l'acqua, per i soliti 20 minuti di cottura del riso.
L'acqua si asciugherà tutta.















Far raffreddare, impiattare e servire :-)















Il sapore di questo riso è molto insolito ma niente affatto spiacevole, anzi!
Provatelo e mi direte :-)

Buon appetito,
Sara