Lettori fissi

mercoledì 27 maggio 2015

Composta di cipolle

Rieccomi con un'altra conserva :-)
Di cipolle, che chissà perché parecchia gente si schifa al solo sentire la parola cipolla.....
Ma sono così buone!
Ricetta che ha colpito subito uno dei miei cugini appena postata la foto su Facebook.... mi ha persino pregato di spedirgliene un barattolo.... a nulla è servito il link da cui ho tratto la ricetta (sito GnamGnam.it, post Marmellata di cipolle)..... mah... chissà..... se farà il bravo :-p :-p



























Ingredienti
(riproporzionabili in base alle vostre necessità, basta mantenere le proporzioni tra i vari ingredienti)
  • 1 kg di cipolle rosse (io le avevo bianche)
  • 500 g di zucchero di canna (io avevo il brown sugar)
  • 200 ml di aceto di mele

Preparazione

Per prima cosa pilre le cipolle eliminando la buccia e le eventuali parti non buone.
Dopodiché tagliarle a fettine sottili e poi a pezzetti (io le ho tagliate solo a fettine).

Versare quindi le cipolle tagliate, l'aceto di mele e lo zucchero di canna in una capiente ciotola, mescolare e lasciare riposare per 8 ore (io le ho cucinate dopo 5 ore soltanto..... non avevo tempo.... ^_^").
Formeranno del liquido, non temete, è normale!

Prendere il tutto e metterlo a cuocere per 50-60 minuti in una padella/pentola antiaderente a fiamma moderata.
Decidete voi se coprire o meno le cipolle durante la cottura.
Per vedere se e quando è pronta fare la prova del piattino: la marmellata deve scivolare, ma né troppo velocemente (deve restringersi ancora un po'), né troppo piano (troppo ristretta, ahimé!).

Nel frattempo, lavare e sterilizzare in acqua bollente i barattoli necessari per conservare la marmellata.

Cotte le cipolle, invasare la marmellata nei barattoli sterilizzati e farli raffreddare capovolti, per metterli sottovuoto.

Ultima cosa, apporre l'etichetta ai barattoli indicando la data di imbarattolamento e cosa è contenuto.

Buona marmellata a tutti,
Sara

martedì 26 maggio 2015

Pancake alle carote e cardamomo

Per una colazione che da' sprint!
Personalmente la prossima volta farò a meno del cardamomo (non mi piace sentire quei mini semini neri, che tra l'altro mi si infilano tra i denti..... ¬_¬), ma in ogni caso è una ricetta semplice e veramente buona!



























Ingredienti
  • 130 g di farina bianca 00
  • 125 g di ricotta
  • 2 uova
  • 1/2 bustina di lievito per dolci, circa 8 g
  • 3 carote grandi
  • 1 cucchiaio di semi di cardamomo
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • sale rosa dell'Himalaya

Preparazione

Mischiare farina, lievito, un pizzico di sale e semi di cardamomo.















Mettere in una ciotola le uova, la ricotta e lo zucchero di canna.















Amalgamarli bene insieme fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.















Pulire e grattugiare le carote (inoltre io le pelo sempre col pelapatate) e unirle al composto di uova e ricotta.















Aggiungere poi anche la farina col lievito, il sale e i semi di cardamomo.















Amalgamare bene il tutto cercando di evitare i grumi di farina.















Prendere un po' di composto con un mestolo e versarlo in una padella antiaderente della misura preferita e incominciare a cuocere da un lato il primo pancacke.
Non esagerare con lo spessore del pancake o l'interno resterà crudo.















Appena fatta la crosticina croccante, girarlo e farlo cuocere analogamente anche dall'altro lato.

E' un po' come cuocere le crepes, solo che i pancake sono più spessi!
Quindi, occhio che l'interno non resti crudo, ma occhio anche a non bruciarlo.....










Continuare fino ad esaurimento del composto per pancake.
Impilare i pancake uno sull'altro in un piatto.




























Servire e mangiarne abbondantemente!
Se piace, aggiungere anche il classico sciroppo d'acero. Ma sono molto molto buoni anche così, al naturale :-D















Sara

lunedì 25 maggio 2015

Le Ricette PerdiPeso - Torta Pasqualina light e veloce

Lo so, sono fuori tempo massimo per questa ricetta.... siamo ben oltre Pasqua e Pasquetta.....
Ma è pur sempre una torta salata, no?
E di 'sti tempi sono proprio il top, facili e veloci da preparare, anche per il giorno dopo (o anche 2 ;-p).



























Ingredienti

  • 500 g di spinaci
  • 4 uova
  • 350 g di yogurt bianco (meglio se quello greco)
  • 2 rotoli di pasta sfoglia confezionata
  • olio extravergine di oliva
  • sale rosa dell'Himalaya
  • peproncino in polvere
  • latte, per spennellare la sfoglia


Preparazione

Per prima cosa pulire e poi lessare gli spinaci in acqua leggermente salata.
Una volta cotti, scolarli bene.















Dopo aver fatto raffreddare gli spinaci, metterli in un piatto fondo capiente e aggiungere lo yogurt, il sale e il peperoncino.
Mescolare per bene gli ingredienti, preferibilmente con un cucchiaio di legno, ma delicatamente.









































Io, come sempre, ho dimezzato le dosi, quindi mi è bastato un solo rotolo di sfoglia :-)

Foderare uno stampo a cerniera con la sfoglia senza togliere la sua carta da forno.
Quindi, bucare tutto il fondo con una forchetta.















Versare il ripieno della torta salata sulla sofglia.
Fare delle "fosse" nel ripieno per ospitare le uova.















Mettere le uova nelle "fosse" del ripieno, avendo cura di non far rompere il tuorlo.















Richiudere verso l'interno tutta la sfoglia eccedente per simulare il coperchio col secondo rotolo di sfoglia.















Spennellare la sfoglia con del latte.
Infornare a 220°C per i primi 10-15 minuti, poi abbassare a 180°C e continuare a cuocere per 20-25 minuti ancora, o finché la sfoglia risulta essere gonfia e dorata.















Far raffreddare, tagliare e servire!
Come è buonaaaaa!!!! ^_^
Slurp!
















Buon inizio settimana a tutti e buon lavoro!
Sara

venerdì 22 maggio 2015

Le Ricette PerdiPeso - Fagottini alle olive

Le conserve non sono finite, ma per staccare un po'..... facili fagottini fatti con la pasta sfoglia :-D



























Ingredienti
  • 1 rotolo di pasta sfoglia (meglio se rettangolare)
  • 100 g di olive verdi
  • 200 g di ricotta
  • 1 tuorlo d'uovo o del latte, per spennellare la sfoglia
  • peproncino in polvere

Preparazione

Per prima cosa tritare le olive verdi.















Poi mescolarle insieme alla ricotta e al peperoncino.




























Stendere la sfoglia e tagliarla a quadrati (per questo è decisamente meglio rettangolare!).















Versare al centro di ogni quadrato un po' del composto di olive e ricotta.















Chiudere ogni quadrato di sfoglia a mo' di busta da lettere.




























Infine, spennellare ogni fagottino con il tuorlo d'uovo o con del latte.




























Cuocere in forno a 180°C per una mezz'oretta, o fino a quando la sfoglia risulta gonfia e dorata.




























Lasciar raffreddare e servire.

Si può mangiare come secondo o piatto unico, oppure, di dimensioni più piccole, come stuzzichino o antipasto o semplice sfizio ;-)
















Buon appetito a tutti!
E buon fine settimana :-D

Sara

giovedì 14 maggio 2015

E dopo i peperoni, funghi sott'olio!

Rubacchiata la ricetta da internet (ma non riesco più a trovare il link! ^_^"), ora vi rifilo anche i funghi sott'olio :-p



























Ingredienti
  • 1 kg di funghi freschi
  • foglie di alloro
  • qualche chiodo di garofano
  • 400 ml di aceto
  • olio extravergine di oliva
  • sale rosa dell'Himalaya

Preparazione

Per prima cosa, lavare i funghi, togliere le parti marce, asciugarli bene con un panno e tagliarli a fette o a pezzi.




























Mettere in una pentola l'aceto (a me era rimasto solo quello balsamico ^_^"), le foglie di alloro e i chiodi di garofano.















Quando bolle, versare i funghi e cuocere per un tempo variabile di 10-15 minuti.
















Passato il tempo, scolare i funghi e cominciare ad imbarattolare coprendo il fondo dei barattoli con un po' di olio extravergine.




























Riempire i barattoli con i funghi (mi raccomando, non esagerare!), prestando attenzione alle foglie di alloro e ai chiodi di garofano, che sono da scartare.















E infine coprire di olio extravergine di oliva.















Chiudere i barattoli per bene e conservare in luogo fresco e asciutto.



Sara