Lettori fissi

venerdì 8 gennaio 2016

Old Rag Pie di Nigella Lawson

E rieccomi qui, dopo le feste, con una ricetta che non mi convinceva, non tanto per il risultato finale, ma per uno degli ingredienti utilizzato che non mi andava troppo a genio.... ma mi sono dovuta ricredere!
"Old rag pie", ovvero "torta di stracci vecchi".
Ma perché si chiama con questo buffo nome? Intendiamoci: niente stracci da mangiare, eh! ;-)
Si chiama così per la consistenza dei fogli di pasta fillo, quando li si tengono in mano sembrano dei sottili asciugapiatti, o dei fogli di carta assorbente.

NOTA
Questa ricetta è fattibile SOLO usando la pasta fillo.
La sfoglia non va bene, ma semplicemente per una questione di spessore.





















Ingredienti (per una teglia quadrata 20 cm x 20 cm)
  • 100 g di burro
  • 270 g di pasta fillo (o 1 confezione, sono 250 g)
  • 250 g di formaggio greco feta (o 1 confezione, sono 200 g)
  • 2 cucchiai di formaggio grattugiato
  • 2 cucchiai di timo fresco o 1 cucchiaio di timo secco
  • 2 uova
  • 150 ml di latte
  • semi di sesamo bianco
  • miele d'arancio

Preparazione

Cominciare a sbriciolare il formaggio greco feta in una ciotola.














Poi far sciogliere il burro in un pentolino a fuoco basso, deve solo fondersi e diventare liquido.














Cominciare la "vestizione" della teglia (io ne ho usata una 20 cm x 20 cm di silicone) con i fogli di pasta fillo.

Coprire il fondo e i bordi della teglia con alcuni fogli di pasta fillo incrociati, facendo sporgere fuori della teglia l'eccedenza di pasta fillo senza strapparla via.

Perdonate la foto con il tappo dell'obbiettivo della reflex, ma ogni tanto vive di vita propria e si impunta ^^"..... per la serie che senza il tappo nel centro della foto non metteva a fuoco....... vabbeh.....









Cospargere con un cucchiaio un po' di burro fuso sul fondo della teglia sopra la pasta fillo.














Con circa 1/3 dei fogli di pasta fillo rimasti riempire la teglia strappandoli e posizionando i pezzi (i famosi stracci) in modo casuale e disordinato.














Versare sopra metà del formaggio greco feta precedentemente sbriciolato.














Poi metà del timo fresco o secco e il formaggio grattugiato (io ho dimenticato il formaggio grattugiato :-p).














E infine col burro fuso.














Ripetere una seconda volta la pasta fillo stracciata, la feta, il timo e il burro.

Terminare con uno o due fogli interi di pasta fillo, sempre accartocciati.














Richiudere le eccedenze della pasta fillo del fondo della torta all'interno dei bordi della teglia.














Sbattere velocemente in un boccale le uova con il latte.














Versare il liquido ottenuto sulla torta su tutta la superficie.

Tagliare poi la torta cruda in 9 pezzi per permettere al composto di latte e uova di penetrare anche negli strati interni della torta stessa.














Cospargere la superficie con semi di sesamo bianco.














Infornare a 200°C per una mezz'oretta.
La torta deve gonfiarsi un po' e in superficie essere dorata.














Sfornare e lasciare raffreddare.


























Una volta intiepidita/raffreddata sformarla e metterla sul piatto da portata.












SOLO al momento di servirla cospargerla generosamente con il miele d'arancio.












Tagliarla quindi a fettine o a quadrotti.












Servire ad ogni commensale :-D















Vi dirò: mi ha proprio stupita!
Avevo detto che c'era un ingrediente che non mi entusiasmava molto.... parlo del formaggio greco feta.
Anche lui mi ha stupito! Ha un sapore molto simile al grana (quindi aver dimenticato il formaggio grattugiato non ha fatto molta differenza :-p).
E' un piacevolissimo contrasto tra il "salato" del formaggio feta e il dolce del miele d'arancio.
Ma vi assicuro che è da urlo!!!!!!
Se mangiata subito scrocchiettano in bocca i pezzetti croccanti di pasta fillo.
Ma anche mangiata qualche giorno dopo.... cavoli se è ancora buona! ^_^
Mi sa che la rifarò, anche se in famiglia non ha avuto molto successo..........

Buon week end,
Sara

2 commenti:

  1. Ciao Sara dopo una lunga assenza, sono tornata.
    BUON ANNO NUOVO!

    RispondiElimina
  2. ma che bontà!!!!!
    bravissima..
    buona domenica

    RispondiElimina