Lettori fissi

martedì 11 ottobre 2016

Autunno, ricette sotto vetro - Sarde in saor

Da 'ste parti l'autunno si sta già facendo ben sentire!
E poi piove, e c'è un gran umido in giro che ti entra fin nelle ossa.... bbbbrrrrrrrrrrrrr..............
Quindi, rintanata in casa, mi do' da fare come tutti gli anni a realizzare ricette sotto vetro.
Questa volta non è una marmellata, ma una preparazione a più breve scadenza: le sarde in saor.

In questo post riporto le dosi originali della ricetta, non quelle da me riproporzionate in base alla disponibilità degli ingredienti che avevo in casa.
Solo una nota: io aumenterei o addirittura raddoppierei la dose delle cipolle, si restringono parecchio!






















Ingredienti
  • 800 g di sarde eviscerate e deliscate, aperte a libro
  • 500 g di cipolle rosse di Tropea
  • 3 dl di aceto di vino bianco
  • 1 peperoncino fresco
  • farina
  • olio extravergine di oliva
  • olio di semi, per friggere
  • sale rosa dell'Himalaya
  • pepe rosa in grani
  • uva passa rinvenuta in acqua calda e strizzata
  • pinoli
  • foglie di alloro
  • barattoli di vetro a chiusura ermetica sterilizzati


Preparazione

Per prima cosa pulire le sarde eviscerandole, togliendo la testa e deliscandole, facendo attenzione a non romperle. Quindi metterle da parte in un piatto.












Affettare finemente le cipolle e il peperoncino fresco.






















Metterli ad appassire in una padella a fuoco molto basso con olio extravergine di oliva per una mezzoretta circa.













Nel frattempo, impanare con farina e sale e friggere in olio di semi le sardine precedentemente pulite.
Far scolare l'olio in eccesso su carta assorbente.


































Passato il tempo di cottura delle cipolle, irrorale con l'aceto di vino bianco e far cuocere qualche minuto ancora a fiamma viva (fuoco alto), facendo attenzione che però non si brucino.























Dop aver fatto intiepidire cipolle e sarde fritte, passare all'imbarattolamento (previa sterilizzazione degli stessi).

Cominciare con uno strato fatto da 1 o 2 sarde.












Versare a pioggia qualche pinolo, uva passa e grani di pepe rosa.













Coprire con un po' di cipolle.
NOTA
Come già detto a inizio post, io aumenterei di parecchio la dose delle cipolle, dopo la mezzora si restringono parecchio.....
Trattandosi di cipolle rosse di Tropea, dal sapore molto delicato rispetto le cipolle classiche, addirittura azzarderei di raddoppiare la dose, e poi.... a me piacciono le cipolle! ^_^












E un paio di foglie di alloro.












Poi, ricominciare con le sarde, e via dicendo alternando gli strati come illustrato, fino a riempimento del barattolo.

Terminare versando il liquido rimanente dalla cottura delle cipolle.












Far raffreddare bene il tutto, quindi chiudere bene i vasetti e tenerli in frigorifero almeno un paio di giorni prima di consumare le sarde in saor.












Alé!

Sara

Nessun commento:

Posta un commento